EPIDEMIA, NOTA MIUR SU DECRETO LEGGE 44

Il Ministero ha pubblicato la nota 491 del 6 aprile 2021 con la quale fornisce un quadro sintetico e alcune note di supporto alle scuole dopo l’emanazione del D.L.44/2020.

In premessa viene ricordata l’importanza delle misure di contenimento del contagio adottate nelle singole istituzioni scolastiche.

Per quanto riguarda le aperture delle singole scuole (come già riassunto nella nostra scheda nr.10) nel periodo dal 7 aprile al 30 aprile:

– le scuole dell’infanzia, primarie e prima classe della scuola secondaria di I grado assicureranno le lezioni in presenza (anche se in zona rossa). Tale disposizione può essere derogata, secondo quanto stabilito dall’art.2 comma 1, da provvedimenti dei Presidenti delle Regioni o delle P.A. di Trento e Bolzano e dei sindaci “solo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamento alto elevato di diffusione del virus o di sue varianti nella popolazione scolastica. I provvedimenti di deroga sono motivatamente adottati sentite le competenti autorità sanitarie e nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, anche con riferimento alla possibilità di limitarne l’applicazione a specifiche aree del territorio.”;

– nelle classi seconde e terze delle scuole secondarie di I grado delle zone gialle e arancioni le lezioni si svolgono integralmente in presenza. Nelle zone rosse esclusivamente in modalità a distanza;

– le scuole secondarie di II grado delle zone gialle e arancioni adottano forme flessibili nell’organizzazione delle attività didattiche garantendo l’attività in presenza ad almeno il 50% e fino ad un massimo del 75% della popolazione scolastica. Nelle zone rosse le attività didattiche si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Viene poi ricordata la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso dei laboratori o per mantenere la relazione educativa che realizzi effettiva inclusione degli alunni con disabilità e BES, secondo quanto già previsto dalla nota 662 del 12 marzo 2021.

In allegato la nota.

Nota MIUR

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter

Ti potrebbero interessare anche...

INTERVISTA DI SCUOLAINFORMA A GISSI

Piano scuola estate, Gissi: ‘proposta seria, ma occorre impegno anche in altre cose’ (INTERVISTA) Maddalena Gissi: ‘la scuola d’estate è una proposta seria, ma bisogna