PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE, 35 MILIONI PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE

Si invia in allegato la nota Ministeriale Prot. n. 722 del 12/05/2021 riguardante l’assegnazione e la destinazione delle risorse del Piano Nazionale Scuola Digitale.
Il DM 30 aprile 2021 n. 147 infatti, prevede per l’anno 2021 un investimento totale di circa 101 milioni di euro di cui 35 milioni destinati alla formazione digitale di tutto il personale scolastico.

Di seguito sono elencate alcune azioni che le singole scuole possono attivare e le date di pubblicazione per la candidatura (ove prevista):

1) realizzazione di spazi laboratoriali e acquisto di strumenti digitali STEM: il bando sarà pubblicato il 13 maggio pv
2) potenziamento delle competenze digitali STEAM: azione complementare alla precedente il cui bando sarà pubblicato il 18 maggio pv
3) azione #28 del PNSD: assegnazione di 1.000 euro per ciascuna scuola da utilizzare nell’anno scolastico 2021/2022 per attività di formazione e adozione di soluzioni digitali innovative con il supporto dell’animatore digitale quale figura strategica per l’attuazione del PNSD e acceleratore della DDI. L’importo sarà assegnato nel mese di guigno 2021.
4) premio scuola digitale per l’anno scolastico 2021 2022: la nuova edizione del “Premio scuola digitale” consentirà il prossimo anno scolastico, in attuazione dell’Azione #5 del PNSD, di valorizzare le scuole quali “crocevia dell’innovazione” del territorio.
5) percorsi formativi per il personale scolastico: l’attività di formazione riguarderà
• i docenti sull’insegnamento delle STEM con le nuove tecnologie. L’avviso sarà pubblicato nei prossimi giorni.
• gli animatori digitali e i docenti del team per l’innovazione: sulle tematiche “inclusione digitale”, “cybersicurezza” e “media education”. Le risorse saranno a valere sul PON “Per la Scuola 2014-2020”
6) spunti per possibili approfondimenti pedagogico didattici: Gli strumenti digitali, acquistati per progettare ambienti dedicati o attrezzare le tradizionali aule con tecnologie specifiche per le STEM, potranno essere utilizzati per
• l’insegnamento dei principi fondamentali della programmazione, del coding e dell’intelligenza artificiale
• osservazione, studio e ricerca nelle scienze
• didattica laboratoriale della matematica
• progettazione e creazione secondo le tecniche del making

Per la scuola dell’infanzia e primaria, a titolo di esempio potranno essere acquisite dotazioni tipiche dell’approccio metodologico delle 4P “Project, Peers, Passion, Play” o dell’approccio cosiddetto “trialogico” nel caso di costruzione di oggetti destinati ad un uso concreto.

7) il digitale “amplificatore” di apprendimento: le risorse previste con il PNSD 2021 assecondano l’accelerazione prodotta dall’emergenza sanitaria nei processi di innovazione di insegnamento e apprendimento. Lo stesso PNRR trasmesso alla Commissione Europea prevede specifici investimenti in abilità digitale ed il “Piano d’azione per l’istruzione digitale” delinea un’istruzione che favorisca l’acquisizione delle competenze digitali.

Nota

Condividi

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter

Ti potrebbero interessare anche...

GRADUATORIE PERSONALE ATA, LA TEMPISTICA

In allegato la nota Mpi prot. n. 1797 del 10/06/2021 pubblicata in data odierna sull’Area riservata SIDI avente ad oggetto la tempistica relativa alla produzione